Lettera a G., il film – Ripensare la nostra società con André Gorz

Film dedicato ad André Gorz, uno degli intellettuali più stimolanti del XXI secolo. Discepolo di Sartre, fortemente influenzato da Ivan Illich, è stato al tempo stesso filosofo, giornalista impegnato, critico economico, pensatore dell’ autonomia e pioniere dell’ecologia politica in Francia.

Dobbiamo imparare a discernere le opportunità non realizzate che giacciono latenti nelle pieghe del presente. Bisogna volere cogliere queste opportunità. […]
Da venticinque anni ormai, si prende a pretesto l’emergenza per non affrontare la realtà [ …] È il momento di pensare a ritroso: definire le modifiche da apportare a partire dall’obiettivo finale da raggiungere e non gli obiettivi a partire dai mezzi a disposizione, da rammendi realizzabili al momento.

Miserie del presente, ricchezza del possibile, pubblicato da Galilé, André Gorz.

Seguire il pensiero di André Gorz in un’ora e un quarto di film documentario

Manon, 26 anni, raggiunge la casa di famiglia a Vosnon, nella campagna dell’Auboise, per prendere le distanze da Parigi, dove ha studiato. Laureata e senza un lavoro fisso, la prospettiva della precarietà la soffoca.

Mentre cammina nel paese della sua infanzia si imbatte in un camion della televisione tedesca davanti a una casa vicina. Apprende per caso che un grande pensatore di ecologia politica è vissuto lì per vent’anni e vi ha trascorso i suoi ultimi momenti: Andre Gorz.

Manon decide di indagare su questo misterioso filosofo di cui nessuno le ha mai parlato. Legge i suoi libri, si interessa alla sua vita e le sue scelte quotidiane ne vengono stravolte.

Sotto forma di lettera immaginaria, si instaura un dialogo tra Manon e André Gorz sulla decrescita, il lavoro, il reddito universale e l’autonomia. Manon scopre questo pensatore e decifra la società in cui lei vive.

Manon esprime i dubbi, i desideri e le domande della nostra generazione. Si interroga sul significato dei nostri atti, in un contesto di crisi ecologica. Attraverso le sue letture e le interviste filmate con Hervé Kempf, Dominique Bourg, Christophe Fourel, Willy Gianinazzi e Adeline Barbin, Manon incarna il prisma attraverso il quale scoprire André Gorz: l’uomo e il teorico; il filosofo e il giornalista; l’essere torturato che era fino a quando non ha trovato il suo posto accanto a Doreen, la sua compagna.

Proiezioni-dibattiti

Aiutateci a comunicare col maggior numero di persone possibile!

Se siete interessati al film e desiderate organizzare una proiezione, non esitate a contattarci tramite il nostro modulo di contatto, o via e-mail all’indirizzo film@andregorz.fr.

Stiamo anche cercando un referente in ogni paese, cioè qualcuno che si occupi dell’ organizzazione e della distribuzione del documentario in loco.

Rimanete informati

Iscriviti alla nostra newsletter per essere informato sulle future proiezioni e sulle novità cinematografiche.

Un grazie di cuore a Elisabetta per aver tradotto il film in italiano (così come la maggior parte dei testi del sito). Ringraziamo anche Marc, Willy e Emanuele per il loro aiuto.

Scroll to Top